Itinerario Toscano

 

Baratti e Populonia > Isola d’Elba > Isola del Giglio > Isola di Giannutri > Argentario  > Ansedonia

mosaic_300

1° GIORNO - BARATTI E POPULONIA

Ore 09.30 – Ritrovo alla stazione di Campiglia Marittima e trasferimento bagagli nel van*.
In mattinata visita del Parco Archeologico di Baratti e Populonia
Transfer verso l’Acropoli di Populonia e pranzo alla Rocca
Nel pomeriggio, visita guidata dell’Acropoli di Populonia
Transfer verso Porto di San Vincenzo, imbarco ed inizio navigazione per Baratti
Cena libera a Baratti

L’itinerario inizia da Baratti, scalo portuale della cittá etrusca di Populonia, dove si commerciavano minerali provenienti dalla vicina Isola d’Elba e prodotti metallici finiti in zona. Come la lava a Pompei, qua la zona è stata ricoperta proprio dal cumulo dei detriti di secoli di lavorazione del ferro, permettendone al tempo stesso la sua conservazione.

Si prosegue nel pomeriggio con la visita dell’Acropoli di Populonia, l’unica tra le città-stato della “Dodecapoli” etrusca ad essere edificata sul mare.

Situata in cima ad un promontorio a 170m sopra il livello del mare, l’antico abitato di Populonia si trova in una posizione dominante a testimonianza proprio dell’importanza del sottostante scalo marittimo di Baratti.

 

* Servizio transfer su richiesta da Pisa/Firenze/Roma.

 

2° GIORNO - ISOLA D'ELBA

In mattinata inizio navigazione verso l’isola d’Elba.
Intera giornata dedicata al relax e ai bagni. Pranzo a bordo.
Cena libera sull’isola.

La navigazione procede in mare aperto verso l’Isola d’Elba, una delle principali cave di minerali ferrosi del Mediterraneo. Quest’isola chiamata anticamente Aethalia, ha rappresentato per secoli la ricchezza di Etruschi e Romani, svolgendo un ruolo strategico nelle rotte commerciali del Mediterraneo.

Ma l’Elba è anche l’isola cartolina, dalle acque cristalline, alla quale dedicheremo la seconda parte della giornata, godendoci il meritato riposo, che sempre segue la navigazione.

3° GIORNO - ISOLA D'ELBA

In mattinata navigazione verso Rio Marina. Pranzo a bordo.
Nel pomeriggio, visita al Museo Minerario e trekking al tramonto tra le antiche cave etrusche del Parco Minerario di Rio Marina.
Cena libera a Rio Marina.

Passeremo la seconda giornata all’Elba in compagnia di un geologo che ci accompagnerà al Museo di Rio Marina, per comprendere la natura e l’utilizzo dei minerali che hanno condizionato le rotte geo-politiche del Mediterraneo.

La giornata si conclude con un trekking panoramico tra le antiche cave etrusche e le moderne cave abbandonate, immersi nella luce avvolgegente del tramonto, dove l’archeologia tout court dialoga con l’archeologia industriale

4° GIORNO - ISOLA DEL GIGLIO

In mattinata inizio navigazione verso l’isola del Giglio.
Intera giornata dedicata al relax e ai bagni, pranzo a bordo.
Cena libera sull’isola

L’itinerario prosegue con una tappa all’Isola del Giglio per dedicarsi al relax.

Con i suoi 21 km2 di estensione, è la seconda isola più grande dell’Arcipelago Toscano ed è rinomata per le sue bellezze naturali: il mare cristallino color smeraldo, con i fondali ricchi e pescosi, fanno da cornice ad un territorio per il 90% ancora selvaggio.

5° GIORNO - ISOLA DI GIANNUTRI

In mattinata inizio navigazione verso l’isola di Giannutri.
All’arrivo visita guidata di Villa Domizia.
Pranzo e cena a bordo.

Questa piccola isola selvaggia è tra il luoghi più remoti del Mediterraneo. Con solo 5h di estensione, praticamente disabitati, Giannutri è un vero paradiso naturale, un luogo non atropizzato, dove il turismo organizzato non è riuscito ad imporsi. Qua visiteremo l’antica Villa Domizia, uno sfarzoso eremo in mezzo al mare, segno tangibile del prestigio della famiglia dei Domizi Enobarbi, di cui faceva parte l’imperatore Nerone.

6° GIORNO - ARGENTARIO

In mattinata inizio navigazione verso l’Argentario.
Intera giornata dedicata al relax, ai bagni e alla navigazione lungo il promontorio dell’Argentario. Pranzo a bordo.
Cena libera a Porto Ercole.

Tornando verso il continente la navigazione incrocia il profilo maestoso del promontorio dell’Argentario. Originariamente un’isola, nel corso dei secoli le naturali trasformazioni ambientali hanno collegato questo imponente sperone roccioso alla terraferma, dando vita a due splendide spiagge della Feniglia e della Giannella.

7° GIORNO - ANSEDONIA

Ore 9.00 – Check out e trasbordo bagagli sul Van.
Transfer verso l’antica città di Cosa e visita guidata al sito archeologico.
Ore 11.30 – Transfer alla Stazione di Orbetello*.
Fine dei servizi.

La crociera si compie con la scoperta dell’antica città di Cosa, una colonia romana collocata in posizione strategica, sulla sommitá del promontorio di Ansedonia.
Da qui ancora oggi l’orizzonte sembra infinito e lo sguardo riesce a catturare la linea della costa fino al confine con il Lazio, dove gli Etruschi intravedevano arrivare i nemici Romani, prima che i due popoli si fondessero, dando vita ad un’unica grande civiltà.

 

* Servizio transfer su richiesta da Pisa/Firenze/Roma.

Attenzione: Il programma potrà subire delle modifiche in caso di avverse condizioni meteo-marine..

Post navigation